Romareloaded




Velocipedi e vettori – La grafica vettoriale

Category : Senza categoria · No Comments · by Ott 14th, 2018

Se l’ultima volta abbiamo viaggiato nel micromondo della grafica raster, arrampicandoci tra librerie da film di fantascienza,
oggi parliamo di grafica vettoriale e ciclismo.
Prendi una biglia, di quelle di plastica con un ciclista dentro, poggiala in una dunetta sulla sabbia e dalle una schicchera. Forte.
La biglia prenderà a muoversi e, bene, l’inizio della pedalata, il percorso e il punto di arrivo sono quelli che in fisica
vengono definiti vettori. Da qui il punto di arrivo alla grafica vettoriale è breve. Perchè la facevi da bambino, a mare,
immaginando le strategie migliori per tagliare il traguardo in un percorso scavato nella sabbia.
Il computer, tramite software dedicati come Illustrator, ti aiuta semplicemente a tradurre tutto il tracciato tramite assi cartesiani,
coordinate, punti linee che non sono nient’altro che formule matematiche.
E bene, che differenze ci sono con la grafica raster? Che la grafica vettoriale è scalabile e modellabile nel senso
che la puoi moltiplicare a dismisura o ne puoi cambiare la forma istantaneamente e senza perdere in dettaglio visivo.
È come un elastico. Di quelli gialli da ufficio. Simpatico, no?
Di solito i loghi e i caratteri tipografici sono disegnati in vettoriale.
E allora non si ha più il problema della risoluzione come lo si ha zoommando la grafica raster
e l’unico limite è la superficie di applicazione, la spiaggia su cui Fausto Coppi ha fatto la sua pedalata.

Punti da vista – la grafica Bitmap o Raster

Category : Senza categoria · No Comments · by Lug 17th, 2018

Oggi iniziamo un viaggio.
Il biglietto te lo offro io, perciò siediti comodo, che la destinazione ce l’hai proprio davanti agli occhi, è lì quasi ogni istante della tua giornata e si chiama grafica Bitmap o Raster.